Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Martedi, 8 Novembre 2016

Crisi delle pere nel Veneziano. La ripresa nasce con i mille di Opera


D

al 1999 al 2015 sono 1600 i posti di lavoro persi nel più totale silenzio. Nello stesso periodo sono quasi mille gli ettari di coltivazione di pere persi nel veneziano con una produzione che si è ridotta progressivamente a un quinto.

Il crollo è stato più pesante nel veneziano, ma anche il dato veneto dimostra che la superficie coltivata si è quasi dimezzata con una produzione che ha perso quasi 200mila quintali. Eppure invertire la tendenza si può.

La risposta è Opera, l'aggregazione che è riuscita a mettere insieme, in un anno, già un terzo dei produttori italiani, soprattutto in Emilia ed in Veneto. Pochissime le adesioni nel Veneziano, malgrado la gravissima crisi.

E' per questo che Luca Granata, il manager alla guida di Opera - dopo il successo ottenuto a Melinda (il consorzio di produttori di mele del Trentino Alto Adige) - è arrivato a Mestre il 7 ottobre scorso per lanciare un appello ai produttori: «Solo uniti si vince. Occorre conquistare il 51 per cento del mercato considerando che l'Italia è il più grande produttore di pere del mondo».

Alla conferenza stampa, tenutasi a Confagricoltura Venezia, ha partecipato anche il presidente Giulio Rocca, che ha sottolineato come l'incontro con Luca Granata sia una grande opportunità per un settore che ha visto un crollo vertiginoso negli ultimi anni.

«Occorre guardare lontano ed avere il coraggio di investire», ha sollecitato Granata. «Oggi aumentano le vendite di prodotti gravemente dannosi per la salute con ricadute sociali e sanitarie che vanno ad ingrossare la spesa pubblica. Dipende anche da noi ora puntare sulla vendita di un prodotto come la pera, di alto livello nutritivo».

Al momento di Opera fanno parte un migliaio (su 3mila in totale a livello nazionale) di produttori di pere italiani, in un anno alla nascita, un ottimo risultato ma non basta. «La scommessa è ribaltare completamente l'asse della contrattazione. I colossi della distribuzione non sempre gradiscono che i produttori si associno, aumentando considerevolmente il proprio potere contrattuale, ma Opera, ad un anno dalla nascita, ha 1028 clienti in 48 diversi paesi». Proprio in questi giorni di novembre, infine, sta partendo una campagna di comunicazione che punterà a rendere riconoscibile dal grande pubblico il marchio delle pere Opera.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203