Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Giovedi, 20 Ottobre 2016

Venezia, sabato 22 spettacoli e visite gratuiti, tutto il giorno, alla Fenice


L

a Fenice aderisce ai Teatri Aperti e altri luoghi per lo spettacolo dal vivo, l’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dall’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo in collaborazione con SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori, con l’obiettivo di coinvolgere e far avvicinare tutti i cittadini al mondo dello spettacolo dal vivo.

Sabato 22 ottobre – Giornata del teatro – sarà dunque possibile assistere e partecipare gratuitamente agli eventi in programma al Teatro La Fenice e al Teatro Malibran. Inoltre, per questa speciale occasione, al Teatro La Fenice sarà esposta in via eccezionale una lettera autografa di Giuseppe Verdi relativa a Rigoletto, la terza opera commissionata al compositore di Busseto dalla Fenice, che qui debuttò l’11 marzo 1851.

Ecco il dettaglio degli appuntamenti previsti per sabato: dalle ore 9.30 alle ore 13.30 sarà possibile visitare a titolo gratuito il Teatro La Fenice, usufruendo del servizio di audio-guida disponibile fino a esaurimento dei dispositivi.

Durante la visita, il pubblico potrà ammirare nel Foyer del Teatro una lettera autografa di Giuseppe Verdi relativa a Rigoletto, conservata nell’Archivio storico del Teatro La Fenice ed esposta in via eccezionale per questa particolare occasione. Si tratta della missiva destinata a Carlo Marzari, presidente degli spettacoli della Fenice e datata 24 agosto 1850, con la quale Verdi comunica al dirigente il suo imbarazzo per l’ipotesi di divieto da parte della censura austriaca. Verdi difende il proprio lavoro avvertendo che sarebbe impossibile scegliere «altro sogetto, non mi resterebbe più tempo di fare tale studio, e non potrei scrivere un’opera di cui la mia coscienza fosse contenta. […] Qualora questi ostacoli non fossero superabili credo sia interesse comune sciogliere il mio contratto», scrive Verdi, che riuscì a ottenere quanto sperato: l’opera infatti andò in scena l’11 marzo 1851 con minimi cambiamenti rispetto alla versione originale.

Durante tutto il periodo della visita sono previste, nella sala grande, le prove luci per Aquagranda, l’opera di Filippo Perocco che venerdì 4 novembre 2016 inaugurerà la Stagione Lirica e Balletto 2016-2017.

Nel pomeriggio, alle ore 15.30 al Teatro Malibran, sarà in scena la prima esecuzione italiana del Medico dei pazzi di Giorgio Battistelli, azione musicale napoletana in un atto, liberamente adattata dalla omonima commedia di Eduardo Scarpetta. Titolo che chiude la Stagione Lirica e Balletto 2015-2016, l’opera comica sarà in scena nell’allestimento con regia e scene di Francesco Saponaro, i costumi di Carlos Tieppo, e con la direzione musicale di Francesco Lanzillotta alla guida dell’Orchestra e Coro del Teatro La Fenice. Alla recita di sabato 22 ottobre seguirà l’ultima replica domenica 23 ottobre 2016 alle ore 15.30.

Alle ore 19.00 si svolgeranno al Teatro La Fenice il concerto dei finalisti e la cerimonia di premiazione della trentatreesima edizione del Premio Venezia. Il concorso pianistico nazionale – organizzato dalla Fondazione Amici della Fenice in collaborazione con la Fondazione Teatro La Fenice e il contributo della Regione del Veneto, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Mibact – ha registrato quest’anno la partecipazione di circa cinquanta concorrenti, selezionati tra i neodiplomati italiani più preparati e promettenti.

I biglietti omaggio per i due eventi (posto unico numerato, massimo due biglietti a persona)  e per le visite al Teatro La Fenice sono in distribuzione, fino a esaurimento dei posti disponibili, nella biglietteria del Teatro di Campo San Fantin.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203