Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Giovedi, 8 Settembre 2016

Profughi: «Il modello migliore è l'accoglienza diffusa», lo dice Confcooperative Veneto


I

l miglior modello di gestione dell'emergenza profughi nelle nostre città? E' quello della cosiddetta accoglienza diffusa.

Lo sostengono Confcooperative Veneto e Federsolidarietà, che in Confcooperative è l'organo di rappresentanza politico sindacale del sociale.

Oggi ancora di più – sostiene in un comunicato Confcooperative Veneto - «visto il caso eclatante di Ecofficina, cooperativa iscritta a Confcooperative Federsolidarietà del Veneto, ma sospesa a metà luglio dietro nostra iniziativa e con atto ufficiale del Consiglio di Presidenza nazionale. Una presa di posizione voluta per difendere il nome e l'operato della stessa associazione, in attesa del giudizio che un tribunale emetterà nei confronti dei vertici di Ecofficina, la cooperativa che a Padova gestisce la maggior parte dei profughi nelle strutture ex Prandina e Bagnoli. Ma anche per chiarire come deve essere l'accoglienza dei profughi secondo l'associazione: una micro accoglienza diffusa nel territorio, proprio per favorire l'integrazione dei profughi, evitando le concentrazioni di denaro proveniente dai bandi nazionali in poche mani e gli agglomerati di persone che creano solo tensioni».
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203