Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Giovedi, 1 Settembre 2016

Il millenario documento su Mestre: una mostra alla Provvederia, da lunedì 5


L

unedì 5 settembre, alle ore 17, nella Sala della Provvederia, con ingresso in via Torre Belfredo a Mestre, sarà inaugurata l’esposizione della riproduzione del Diploma di Ottone III, che risale al 994 d.C., ovvero il più antico documento che cita il nome “Mestre”, il cui originale è conservato attualmente al Museo di Rokycany (Repubblica Ceca).

È una pietra miliare per la storia locale, perché, oltre a menzionare Mestre, la localizza “inter Brentulo et Paureliano” (tra Brendole e Perlan). La mostra, che rimarrà aperta fino al 10 settembre, dalle ore 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, è stata organizzata dall’associazione “Mestre Mia” in collaborazione con il Comune di Venezia e la Municipalità di Mestre Carpenedo.

“La riproduzione del documento, presentata lo scorso 13 maggio al Palaplip – ha spiegato il presidente di “Mestre Mia”, Andrea Sperandio – è stata finora itinerante tra alcune attività commerciali cittadine e trova finalmente collocazione nel cuore della città, con l'auspicio di avere presto una sede definitiva”. Giovedì 8 settembre, alle ore 18, lo storico Marco Sbrogiò parlerà de “I castelli di Mestre e l’antica struttura urbana”, mentre sabato 10 settembre, alla stessa ora, il presidente del Centro studi storici di Mestre, Roberto Stevanato, condurrà un incontro su “Le antiche tracce di Mestre nel diploma di Ottone III”.

Alla presentazione (nella foto) sono intervenuti, tra gli altri, il presidente della Municipalità di Mestre Carpenedo, Vincenzo Conte, il vicepresidente di “Mestre Mia”, Lucia Cavasin e l'architetto Federica Rizzardi.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203