Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Lunedi, 29 Agosto 2016

Terremoto: in un week-end Despar ha già raccolto 160mila euro


È

partita in quarta la raccolta fondiorganizzata da Aspiag Service (la concessionaria Despar per il Nordest) a favore dei cittadini colpiti dal terremoto dello scorso 24 agosto in Centro Italia: nel primo weekend di attivazione sono stati infatti raccolti ben 160.345 euro.

Sono il frutto di 66.773 donazioni effettuate dai clienti alle casse di tutte le filiali Despar, Eurospar e Interspar gestite da Aspiag Service nel Triveneto ed in Emilia Romagna.

Il valore medio delle donazioni è di€ 2,55, ma in alcuni punti vendita ha superato i 7 euro.

Nella gara di solidarietà, per il momento, è in testa il Friuli Venezia Giulia, con oltre 77.000 euro donati: una reazione in qualche modo attesa, vista la sensibilità della regione verso una tragedia che tanti cittadini hanno sperimentato sulla propria pelle con il terremoto del 1976.

Particolarmente generosi anche i clienti di Trentino e Alto Adige, dove si è registrata la donazione media più alta: oltre 4 euro, per un totale di 41.848 euro. Inferiore di appena qualche centinaio di euro la somma raccolta in Veneto, grazie alle 11.251 donazioni registrate finora.

La raccolta fondi proseguirà nelle prossime settimane. La somma finale sarà poi versata nel conto corrente di Croce Rossa Italiana dedicato all’emergenza terremoto in Centro Italia.

Non si tratta però dell’unica iniziativa messa in campo da Aspiag Service: mercoledì 31 agosto partirà dalla sede Despar di Mestrino (PD) un camion carico di generi di prima necessità.Destinazione: il magazzino della Croce Rossa Italiana ad Avezzano (AQ), da dove vengono smistati gli aiuti per i Comuni devastati dal sisma.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203