Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Giovedi, 28 Luglio 2016

Ragazzini che marinano scuola, uomini separati in crisi...: casi in aumento a Mira


O

ltre 2.500 accessi in un anno agli sportelli dei Servizi Sociali del Comune di Mira: i casi sono sempre più complessi – segnala il Comune - e le richieste d’aiuto sono in continuo aumento.

A preoccupare maggiormente è soprattutto l’emergenza legata ai minori: è in continua crescita il numero di casi di bambini e adolescenti in carico. Nel 2014 erano 77, nel 2015 sono stati 103 e in questa prima parte del 2016 ne sono stati contati già 105.

«Sono numeri altissimi – sottolinea l’assessore alle Politiche Sociali, Francesca Spolaor -. Avere un minore in carico significa avere in carico tutta la famiglia, perché quasi sempre dietro le problematicità del minore ci sono tante situazioni disagiate».

I minori sono seguiti dai Servizi Sociali per procedure di inserimento in comunità diurne e residenziali, per servizi educativi e di assistenza domiciliare, per i trasporti. “Contiamo un numero decisamente elevato di inadempienze scolastiche, ovvero di assenze immotivate dalle lezioni. Si parla spesso di ragazzini delle scuole medie ma perfino di alunni delle elementari”, aggiunge l’assessore Spolaor.

Un secondo ambito molto delicato e preoccupante riguarda la categoria degli adulti, prevalentemente uomini, alle prese con dipendenze e problemi psichiatrici. Gli utenti con disagio psichiatrico, ad esempio, sono passati da 9 nel 2014 a 16 nel 2015. “Seguiamo sempre più uomini, spesso di età compresa tra i 40 e i 55 anni, con alle spalle una separazione o altre problematiche di carattere personale. Spesso sono ex lavoratori in proprio che si sono infilati nel tunnel delle dipendenze, specialmente alcolismo e gioco d’azzardo. Sono persone che si sono completamente bruciate le proprie reti sociali, ultimamente abbiamo seguito molti casi di giovani che si sono completamente isolati”.

Un’altra emergenza molto sentita è quella abitativa. Gli utenti complessivi con problematiche legate alla casa sono passati dai 31 del 2014 ai 43 del 2015 e di conseguenza è aumentato anche il budget previsto dall’amministrazione comunale: dai 45.212 del 2014 ai 55.705 nel 2015, oltre 10.000 euro in più per affrontare un’emergenza sempre maggiore.

“Anche quest'anno, nonostante al Comune siano lasciate sempre meno risorse dallo Stato – evidenzia il sindaco Alvise Maniero - non solo come sempre non abbiamo tolto un euro alle spese per i Servizi Sociali ma anzi le abbiamo aumentato di oltre 100.000 euro per far fronte alle continue emergenze.”

Un altro dato eloquente relativo all’aumento di spesa per il Comune di Mira riguarda il Bilancio Sociale della Ulss 13, dove ogni amministrazione stanzia una quota di spesa per contribuire alle attività nel comparto del Sociale. Mira è il Comune che ha maggiori spese (considerando anche che è il più popoloso). Nel 2015 la spesa complessiva è stata di 1.2 milioni con un aumento di quasi 200.000 euro rispetto al bilancio precedente. Gli ambiti che richiedono maggior sostegno sono quelli relativi all’area disabilità e all’area dei minori.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203