Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Venerdi, 22 Aprile 2016

Le rimesse degli immigrati: nel 2015, dal Veneziano, 98 milioni di euro


I

soldi inviati in patria dagli immigrati rappresentano un contributo significativo dato allo sviluppo dei paesi d’origine: basti pensare che dall’Italia vengono inviati ogni anno oltre 5 miliardi di euro, circa il doppio rispetto agli aiuti pubblici destinati dal nostro paese per lo sviluppo dei paesi poveri.

La Fondazione Leone Moressa di Mestre ha analizzato i dati forniti dalla Banca d’Italia, con particolare attenzione alle province del Triveneto: nel 2015 sono stati inviati 550 milioni di euro dal Nord Est, in leggero calo rispetto all’anno precedente.

Dal Veneto sono partiti complessivamente 411 milioni di euro nel 2015: non a caso, infatti, ben cinque province venete risultano tra le prime 20 a livello nazionale. Da Venezia, in particolare, sono stati spediti nelle rispettive patrie circa 98 milioni di euro. Da Trento e Bolzano sono stati inviati quasi 63 milioni, mentre poco meno di 76 milioni sono partiti dal Friuli Venezia Giulia. L’andamento negli ultimi 5 anni ha risentito quasi ovunque della crisi: i flussi dal Nord Est sono diminuiti del 6,7% dal 2010, anche se con un ritmo inferiore rispetto alla media nazionale (-25,4%).

La comunità del Bangladesh si conferma una delle più dinamiche in questo momento nel Nord Est: in Veneto è il secondo paese di destinazione dopo la Romania, e negli ultimi cinque anni ha visto un incremento del 30,3%. Anche in Friuli Venezia Giulia l’aumento negli ultimi anni è stato del 38,4%, e in Trentino Alto Adige addirittura del 60%.

In forte aumento anche altri paesi dell’Asia meridionale come Pakistan, India e Sri Lanka. In forte calo invece le rimesse verso la Cina, fino a pochi anni fa il principale bacino dei flussi monetari.

In conclusione, secondo i ricercatori della Fondazione Leone Moressa “le rimesse continuano ad essere uno strumento di sostegno alle economie dei paesi d’origine degli immigrati. L’impatto di questi flussi, che in molti casi superano il 10% del PIL dei paesi beneficiari, è di certo superiore rispetto agli aiuti pubblici stanziati dai paesi occidentali.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203