Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Giovedi, 21 Aprile 2016

Venezia e Aristotele, da oggi la mostra alla Marciana


V

enezia al centro della diffusione del pensiero di Aristotele nel Rinascimento. E’ questo il filo conduttore della mostra “Venezia e Aristotele (ca. 1450-ca. 1600): greco, latino e italiano”, che si inaugura questa mattina e che proseguirà fino al 19 maggio 2016, proposta dalla Biblioteca Nazionale Marciana in collaborazione con la University of Warwick. La mostra è allestita nell’elegante Sala Sansoviniana della biblioteca stessa, che in origine accoglieva la raccolta libraria del Cardinal Bessarione, famoso studioso bizantino, e tutt’oggi adornata da due ritratti di filosofi antichi: Aristotele raffigurato alla destra del portale in fondo alla sala, e alla sua sinistra Platone, realizzati entrambi da Paolo Veronese.

Oggetto della mostra è proprio la ricostruzione del complesso fascio di relazioni che legano Venezia, chiave per la diffusione del pensiero e dell’opera di Aristotele tra ‘400 e ‘500, e la sua fortuna rinascimentale.

Venezia, grazie anche alle sue importanti stamperie, costituiva un importante crocevia linguistico, che le permise di divenire il centro ideale della produzione di opere aristoteliche: sono state scelte ben quarantuno opere, di cui trentasei esposte, tra manoscritti e stampe, scritte in latino, greco e volgare, che evidenziano un capitolo fondamentale di quegli intrecci linguistici e culturali tra queste lingue, protagoniste del nostro Rinascimento.

Mariangela Cappellesso

Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203