Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Venerdi, 15 Aprile 2016

Nasce una resina per consolidare le fondamenta in acqua (come a Venezia)


S

i chiama “6th Element” ed è il composto di resina ed inerte, inventato dal veneziano Roberto Padoan e presentato nei giorni scorsi a Venezia in un ambiente significativo: l’hotel Savoia & Jolanda, dove è in corso la prima applicazione mondiale del brevetto ideato, pensando proprio alla specificità della città lagunare.

La caratteristica di “6th Element”, destinata a “rivoluzionare” il settore del consolidamento statico degli edifici, è la capacità praticamente immediata di consolidarsi al contatto con l’acqua, permettendo di bloccare le infiltrazioni e di operare anche in immersione; le tecniche odierne, utilizzando il calcestruzzo, necessitano invece di ore per il consolidamento della materia ed obbligano, ad esempio, a porre “in asciutta” i canali dove intervenire. L’applicazione di “6th Element”, invece, non interrompe il regolare prosieguo delle attività in essere, permettendo al contempo di abbattere i tempi di intervento. L’innovativa resina è inoltre ecocompatibile e pesa la metà dei materiali attualmente in uso.

Per ottimizzare l’applicazione di “6th Element” sono importanti preventive indagini geognostiche, realizzate con la non invasiva tecnica della tomografia elettrica, la cui applicazione è stata illustrata anch’essa a Venezia. Grazie a specifici macchinari vengono “sparate” onde elettriche nel sottosuolo; dalla loro “risposta di ritorno”, i tecnici sono in grado di individuare la consistenza del terreno, localizzando le necessità di intervento.

Molteplici sono le opportunità di utilizzo dell’accoppiata “6th Element” – tomografia elettrica, indicate a Venezia: dal consolidamento statico degli edifici a quello di palafitte, dal rinforzo degli argini a quello dei piloni di sostegno dei ponti.


Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203