Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Venerdi, 4 Marzo 2016

Imprenditori stranieri in crescita a Nordest: l'8,5% non sono italiani


I

mprenditori stranieri nel Nordest: la crescita continua. Nel 2015 quasi un imprenditore su 10 è nato all’estero. In forte aumento quelli originari da Cina, Nigeria e Bangladesh. Il boom è soprattutto nelle province di Padova, Venezia e Rovigo.

Lo dice la Fondazione “Leone Moressa” di Mestre, che ha analizzato i dati 2015 riferiti al Triveneto. Gli imprenditori stranieri attivi hanno quasi raggiunto quota 85 mila, pari all’8,5% degli imprenditori totali, riportando una crescita del 12,7% in 5 anni. Diversamente si è espressa la dinamica di quelli nati in Italia: nello stesso arco di tempo (2010-2015) sono scesi del 7,6% (con le cadute più forti in Friuli Venezia Giulia e Veneto).

La componente più significativa nel panorama del Nord Est è quella cinese, con 9.417 imprenditori, pari all'11,1% del totale degli stranieri. Segue la Romania, con 7.379 unità (8,7%). Sei fra i primi dieci paesi d’origine sono europei, due sono asiatici (Cina e Bangladesh) e due africani (Marocco e Nigeria). Le prime dieci nazionalità rappresentano quasi il 60% del totale. Negli ultimi 5 anni sono cresciuti in modo significativo Cina (+39%), Nigeria (+118%) e Bangladesh (+45%).

Costruzioni e commercio i principali settori. Il 50% degli imprenditori stranieri si concentra nelle costruzioni e nel commercio. Ma sono proprio le costruzioni a segnare l’unica variazione negativa degli ultimi 5 anni (-4%), mentre in forte sviluppo sono i servizi alle persone (parrucchieri, estetiste), con +42%.

Verona e Treviso le città con più stranieri. In termini assoluti, sono Verona e Treviso le province con più imprenditori stranieri. In queste aree ed a Venezia il peso dell’imprenditoria straniera arriva al 9% sul totale imprenditori. Nelle altre province i numeri sono più contenuti, ma l’incidenza è maggiore nel Friuli Venezia Giulia, in particolare a Trieste (13%), anche grazie alla vicinanza ai confini.

Osservando la variazione 2010/2015, l’aumento è stato particolarmente significativo in alcune province, che registrano valori superiori anche alla media nazionale. E’ il caso di Rovigo (+26%) Venezia (+25,0%) e Padova (+23%). Anche Bolzano (+24%) segna una crescita rilevante.

Secondo i ricercatori della Fondazione Leone Moressa, “i dati testimoniano la crescente importanza dell’imprenditoria straniera nel sistema produttivo italiano e nel Nord Est. Una realtà in crescita in tutte le regioni e in tutti i settori, che non solo può rappresentare un contributo fondamentale per l’uscita dalla crisi, ma che può diventare anche un veicolo utile a creare sinergie con gli imprenditori locali e ad attrarre nuovi investimenti”.

Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203