Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Venerdi, 22 Gennaio 2016

Provincia di Venezia, oltre mille le case pignorate e messe all'asta


P

ignoramenti degli immobili e aste delle case: un triste capitolo dai numeri ancora drammatici. Il dato definitivo, per il 2015, ancora non c'è, ma tutto fa pensare che l'anno non sia andato né meglio né peggio rispetto ai precedenti.

L'ultimo dato disponibile, infatti, dice che nei primi otto mesi dell'anno il Tribunale di Venezia ha messo all'asta 699 immobili. Il che autorizza a una proiezione: sui 12 mesi appena trascorsi, saranno attorno alle 1050 le case poste in vendita all'asta come esito di pignoramento.

Un dato molto vicino a quello di 1029 con cui si è chiuso, per esempio, il 2012. E parecchio più alto di quello del 2008 (primo anno di crisi), quando le case all'asta si erano fermate a quota 742.

E' un pesante consuntivo, quello del 2015, di situazioni legate alla crisi economica: mutui stipulati da coppie in cui uno dei coniugi ha perso il lavoro per via della recessione e il bilancio familiare non consente più di far fronte alle rate. O ancora coppie andate in frantumi e dove non ci sono più l'accordo né i mezzi per sostenere il mutuo. E' da situazioni così, purtroppo aumentate negli ultimi anni, che prende il via la cupa trafila fatta di pignoramento, su richiesta del creditore, e di successiva messa all'asta del bene da parte del Tribunale.

E poi non ci si lecca le ferite neppure con i ricavi della vendita: solo il 13,4% delle case poste in asta, da gennaio ad agosto 2015, è stato venduto. La restante parte, cioè la stragrande maggioranza, ha incontrato aste deserte. E pure il venduto, proprio per la sovrabbondanza di offerta, non ha strappato grandi prezzi ma, semmai, ribassi. Sicché i soldi rimasti alla fine sono pochi.

«Nel 2013 noi abbiamo seguito 26 casi di pignoramenti immobiliari – raccontano all'Adico, associazione dei consumatori di Mestre – diventati 31 nel 2014 e circa una cinquantina nel 2015, con un forte aumento che è preoccupante e denota che gli effetti della crisi in certi settori si stanno facendo sentire adesso con una tendenza chiara».

Marco Monaco
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203