Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Mercoledi, 20 Gennaio 2016

Ca' Foscari, l'area scientifica approdata in via Torino a Mestre


S

i completa oggi, mercoledì 20 gennaio, il trasferimento dell’area scientifica di Ca’ Foscari nel Campus scientifico di via Torino a Mestre: dalla Celestia, a Venezia, i laboratori e gli studi di botanica, ecologia animale e vegetale, eco tossicologia (Dipartimento di Scienze ambientali, informatica e statistica) si trasferiscono in terraferma.

Gli spazi, per una superficie complessiva di 770 mq, sono stati consegnati oggi ai docenti e al personale di ricerca, un team di 20 studiosi, al piano terra dell’edificio Zeta che dagli anni Novanta ospita Informatica. Gli spazi sono stati completamente recuperati e attrezzati per le nuove attività: cinque laboratori, tre ambienti tecnici di supporto alle attività di laboratorio (celle termostatiche per esperimenti a temperature controllate, l’herbarium e la stanza collezioni), sei studi, una sala riunioni, una sala per gli studenti.

Gli spazi sono stati consegnati oggi dal Rettore di Ca’ Foscari, Michele Bugliesi e dal Direttore del Dipartimento di Scienze ambientali, informatica e statistica Antonio Marcomini. Michele Bugliesi: «La riunificazione logistica dell’area scientifica di Ca’ Foscari negli spazi del Campus Scientifico di Mestre si completa oggi con il trasferimento dei docenti della Celestia. Da oggi tutte le attività scientifiche del nostro ateneo si svolgono in terraferma. L’ultimo tassello del Campus è l’edificio Epsilon per la cui realizzazione è previsto entro il 2016 il bando di gara. L’area scientifica di Ca’ Foscari a Mestre è cominciata sotto i migliori auspici: quest’anno le immatricolazioni sono cresciute del 22%, un ottimo segnale».
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203