Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Venerdi, 23 Ottobre 2015

Venerdì 23 pomeriggio: all'Angelo colloqui liberi sull'osteoporosi


S

i celebrano in questi giorni le Giornate dedicate alla prevenzione dell’Osteoporosi: vi aderisce anche l’Ulss 12 Veneziana che organizza una sessione di incontri e colloqui con la popolazione che si tengono all’Angelo nel pomeriggio di venerdì 23 ottobre.

L’Osteoporosi è una malattia sistemica dello scheletro caratterizzata dalla riduzione della resistenza dell'osso. Tale resistenza è legata a fattori quantitativi, primo fra tutti il livello di massa ossea, e qualitativi (composizione, struttura e disposizione dei materiali che creano la microarchitettura ossea). Alterazioni di questi fattori modificano negativamente la resistenza dell'osso ed espongono ad un maggior rischio di frattura. La patologia è più diffusa nel sesso femminile, perché la donna ha uno scheletro meno "massiccio" di quello dell'uomo e subisce una significativa riduzione della massa ossea nel periodo della menopausa, per motivi ancora non del tutto noti. Anche il sesso maschile non è comunque esente dal problema.

L'Osteoporosi non dà una sintomatologia, se non sfumata, fino a quando non avviene una frattura. “Non tutte le donne sono colpite allo stesso modo – spiega il dottor Michele Sicolo, Direttore dell’Unità Operativa di Medicina Nucleare (nella foto con i suoi collaboratori) – per vari motivi: genetici e ambientali, diversi stili di vita, patologie associate, uso di alcuni farmaci (peraltro assolutamente necessari in alcune situazioni, come il cortisone). Tutti elementi che possono accelerare il decorso dell'osteoporosi o comunque aumentare il rischio di frattura. Tra i fattori di rischio più importanti: una o più fratture dopo la menopausa, l'impiego di alte dosi di cortisone, un basso indice di massa corporea, il fumo, la storia familiare di frattura di femore e/o di vertebra”.

“Siamo di fronte ad una patologia importante – spiega il Direttore Generale dell’Ulss 12, Giuseppe Dal Ben – specie nelle città, come Venezia, con una media elevata di popolazione anziana. Soprattutto in età più avanzata, può portare a fratture, come quella del femore, che costringono a complessi interventi chirurgici e una non sempre facile riabilitazione, con costi psicologici e sociali non trascurabili. Di qui la necessità di un’efficace prevenzione con corretti stili di vita, anche dal punto di vista alimentare, fin dalla giovane età, per prevenire la perdita di massa ossea”.

Per tutto questo è fondamentale una diffusa, ampia e corretta informazione sull’Osteoporosi e delle sue complicanze. L’Ulss 12 Veneziana organizza così gli incontri e i colloqui di venerdì 23 ottobre, dalle ore 13.30 alle 19.00, presso gli ambulatori 12 e 13 del primo piano dell'Ospedale di Mestre. Saranno presenti, nei vari momenti dell'iniziativa, due Medici nucleari, il dottor Bonazza e il dottor Mameli, nonché uno specialista nefrologo, dottor Morachiello, esperti della materia,coadiuvati da personale tecnico, infermieristico, ausiliario e amministrativo della Medicina Nucleare.

Alle persone che si presenteranno sarà proposto un questionario da compilare, preliminare al colloquio con gli specialisti. La visita successiva potrà prevedere l'esecuzione di una densitometria ossea segmentaria, per la misura della massa ossea. Il numero di densitometrie eseguibili nella giornata è limitato, e sarà riservato alle persone con maggior grado di rischio di frattura, evidenziato dal questionario e dal colloquio. Il Medico specialista potrà comunque consigliare al Medico curante la prescrizione di una densitometria ossea o di altre indagini strumentali e/o laboratoristiche in tempi successivi.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203