Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Venerdi, 16 Ottobre 2015

Contro lo sfruttamento delle persone: a Marghera premiate quindici coop e aziende


C

i sono anche le cooperative Il Cerchio e Rio Terà dei Pensieri, che a Venezia si occupano del reinserimento lavorativo di detenute e detenuti, fra le realtà premiate nel corso del seminario “#lavoro #diritti #sviluppo sociale”, un “laboratorio” sui temi, tenutosi a Marghera il 13 e 14 ottobre scorsi, e promosso dal Servizio Promozione inclusione sociale Unità operativa complessa Protezione sociale e umanitaria del Comune di Venezia.

Al centro un tema: il fenomeno della tratta e dello sfruttamento grave di persone, al cui contrasto è dedicata la Giornata europea del 18 ottobre. L'obiettivo non è solo garantire percorsi di riscatto e inclusione sociale alle vittime, ma anche favorire la legalità e il rispetto dei diritti umani nel mercato del lavoro nonché contribuire alla lotta contro la criminalità organizzata. Perché una persona vittima di tratta che si sente protetta, sostenuta e aiutata a entrare in una rete sociale è capace di credere e sperare in una vita migliore e sceglie più facilmente di collaborare con la giustizia.

Le due giornate sono state l’occasione per tracciare un bilancio del programma per l’emersione, l’assistenza e l’integrazione sociale delle vittime di tratta di cui è capofila, appunto, il Comune di Venezia, unico in Italia ad avere un’equipe di operatori esclusivamente preposta a quest’area di intervento.

Partito nel 2000, il programma si sostanzia in un percorso che parte dall’attività di emersione e identificazione delle persone vittime di tratta e sfruttamento, le sostiene con un’attività di assistenza che prevede anche sostegno psicologico, prima accoglienza, protezione e accompagnamento legale (che porta anche alla denuncia dei loro sfruttatori), fino all’integrazione sociale anche attraverso la formazione e l’inserimento lavorativo.

Il progetto, che ha saputo in questi anni costruire una rete solida di partner sul territorio regionale, è nato per far fronte all’aumento del fenomeno della tratta di persone anche nel nostro territorio, ai fini di sfruttamento sessuale ma, ancor più in questi ultimi anni, di quello lavorativo.

Quindici le realtà premiate nel corso del seminario, di cui otto cooperative e sette imprese profit: oltre al Cerchio e a Rio Terà dei Pensieri, ci sono Lunga Marcia, Controvento e Obiettivo Verde di Mestre, Caresà di Padova e Progetto Quid di Verona, e poi hotel Malibran di Venezia, agriturismo La cascina di Mestre, pasticceria Bido di Noale, Otium lunch café di Padova, il ristorante Antiche cantine Zaccaria di Tencarola (Padova), Ricicla srl di Zevio (Verona), e Shopsi srl Natura Sì di Verona.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203