Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Venerdi, 7 Agosto 2015

Venezia, il nuovo Bollettino dei musei civici ricorda Filippo Pedrocco


E

sce il nuovo Bollettino della Fondazione Musei Civici di Venezia. Il volume prende spunto dalla volontà di commemorare il collega e amico Filippo Pedrocco, insigne studioso scomparso il 31 gennaio 2014, che per oltre trent’anni con impegno e dedizione ha diretto il Museo di Ca’ Rezzonico.

Edito da Skira/Fondazione Musei Civici di Venezia (256 pagine, 289 illustrazioni, 76 a colori), a cura di Camillo Tonini e Cristina Crisafulli – e realizzato con la collaborazione di tutti i servizi e le sedi della Fondazione, in particolare del Centro di Catalogazione e di Produzione Multimediale e dell’Archivio Fotografico - il Bollettino propone come di consueto una serie di interventi scientifici su argomenti storico-artistici legati ai Musei e alle collezioni veneziane, con particolare attenzione a temi riguardanti il Settecento Veneziano, e riportando come sempre un particolareggiato excursus sull’intensa mole di attività di conservazione e valorizzazione promossa dalla Fondazione Musei Civici di Venezia presieduta da Walter Hartsarich e diretta da Gabriella Belli.

Dopo un sentito ricordo della figura di Pedrocco del direttore Belli, l’opera si apre con la sezione Studi e contributi composta da trentatré saggi che spaziano cronologicamente dal tardo Quattrocento fino ai nostri giorni.

La realtà lagunare, vero leitmotiv della raccolta, viene qui analizzata sotto diverse sfumature: nuovi studi su artisti veneziani o che a Venezia hanno lasciato la loro testimonianza; approfondimenti su antichi usi e tradizioni che hanno contribuito a formare e accrescere il mito cittadino, spunti inediti sul collezionismo locale; minuziose analisi sulla storia della città, dei suoi musei, dei suoi monumenti.

Per le strette affinità con le tematiche indagate dal compianto studioso veneziano durante tutto il corso della sua vita, sembra doveroso segnalare, tra gli altri, i contributi di Lionello Puppi e Giuseppe Bertini, che propongono una nuova attribuzione a Tiziano della Replica del ritratto equestre di Carlo V, 1568-1570, dipinto conservato all’Hospital Tavera di Toledo; Alberto Craievich, suo “erede” nella guida del Museo del Settecento veneziano, che attribuisce a Luca Carlevarijs un inedito disegno realizzato per il Gran Teatro di Venezia raffigurante una Veduta della chiesa delle Zitelle alla Giudecca; Piero Lucchi, che, sulla base di preziosi manoscritti custoditi nella Biblioteca del Museo Correr, approfondisce alcuni interessanti e poco indagati aspetti del costume veneziano legato al Carnevale nel Settecento; Bernard Aikema, che tratta la questione dei disegni tiepoleschi a gessetto all’epoca di Würzburg, Giuseppe Pavanello, che si sofferma su uno degli ultimi incarichi ricevuti da Tiepolo a Venezia descrivendo i soffitti di Palazzo Marioni a Cannaregio e, infine, Monica da Cortà Fumei, che propone una ricostruzione, particolarmente legata alla vicenda professionale di Pedrocco, delle strategie di rilancio del suo Museo, dalle varie fasi dei restauri alle intense attività espositive e di ricerca.

Il Bollettino è disponibile per il pubblico presso i bookshop della Fondazione (euro 35).
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203