Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Giovedi, 9 Luglio 2015

Rocca (Confagricoltura): «Decine di milioni di danni. Sabato e domenica al lavoro per i disastrati»


D

ecine di milioni di euro di danni ad una primissima stima visiva, ma le valutazioni andranno fatte con accuratezza e diranno davvero quanto costerà il disastro.

In pochi minuti mercoledì pomeriggio case, aziende e campi sono stati travolti dalla tromba d'aria che al suo passaggio seminato morte e distruzione in Riviera del Brenta. Il presidente di Confagricoltura Venezia Giulio Rocca ha fatto stamattina un sopralluogo in Riviera nell'area tra Mira e Dolo gravemente colpita dal disastro. «Chiediamo l'intervento degli organi preposti per la valutazione dei danni ed un tempestivo ripristino», afferma Rocca, che ha scattato varie foto come documentazione del disastro.

«Molte delle nostre aziende associate sono state gravemente danneggiate, un vivaio è stato spazzato via (come si può vedere nelle foto; ndr). Centinaia di ettari di raccolto sono stati rasi al suolo dalla tempesta che si è abbattuta con una forza inaudita: raccolti di sorgo e di mais non esistono più. I campi sono colmi di detriti. Ma il nostro pensiero e la nostra solidarietà va a chi è rimasto senza casa, senza azienda e alle persone ferite gravemente nonché ai familiari della persona morta. Confagricoltura agirà a sostegno degli associati colpiti dal disastro e sabato e domenica siamo disponibili per dare una mano a sgombrare le macerie. Dobbiamo rimboccarci le maniche e reagire con fermezza».

Vengono segnalati anche danni a fossi consorziali; sono già stati previsti dai Consorzi di bonifica interventi per il ripristino in modo da evitare allagamenti se dovesse piovere ancora.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203