Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Giovedi, 9 Luglio 2015

Dopo la tromba d'aria, l'Ulss 13: «Sui tetti solo con imbragatura o cesta»


C

este per salire sul tetto. O almeno imbragature. Sono gli ausili di sicurezza che l'Ulss 13 di Dolo-Mirano invita ad usare il giorno dopo la tromba d'aria.

Sono molti, purtroppo, i cittadini alle prese con i danni riportati dalle proprie abitazioni. E parecchi di loro stanno verificando – proprio recandosi sui tetti – l'entità dei danni.

il Servizio di Prevenzione e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (SPSAL) della Ulss13, raccomanda perciò alle imprese e ai singoli cittadini «di adottare, per l’accesso alle coperture, le necessarie cautele (uso di ceste e sistemi di trattenuta) al fine di prevenire altri eventi dolorosi, in quanto le cadute dall’alto sono una delle più frequenti cause di infortunio (grave e a volte mortale) e, soprattutto, in momenti concitati come questi non bisogna sottovalutare questi aspetti».

Per quanto riguarda la dispersione sul terreno di pezzi lastre di cemento/amianto (eternit) è stata data indicazione alle amministrazioni comunali di rivolgersi a Veritas che, su indicazione delle stesse, provvederà a rimuovere con sollecitudine, adottando le consuete cautele previste dalla normativa, tutti i materiali a terra sospetti contenenti amianto sia nella pubblica via che in aree pubbliche e private (es. giardini di abitazioni). Nelle coperture pericolanti sia private che pubbliche (con lastre di eternit) saranno invece le singole ditte e i proprietari a provvedere, tramite ditta autorizzata, alla presentazione di piani presso lo SPISAL, per la rimozione e messa in sicurezza con urgenza.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203