Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Venerdi, 3 Luglio 2015

Occupazione nel Veneziano: piccoli segnali di ripresa


S

ono 7.770 le assunzioni che le imprese private appartenenti ai settori dell’industria e dei servizi in provincia di Venezia prevedono di fare tra aprile e giugno del 2015, ma con contratti per lo più a termine legati alla stagionalità e alle peculiarità turistiche dell’economia veneziana: l’85% delle assunzioni infatti si concentreranno nel settore dei servizi. Nonostante questo, si vedono i primi effetti dell’approvazione delle nuove norme sul mercato del lavoro con l’aumento delle previsioni di assunzione con contratti a tempo indeterminato.

E’ quanto emerge dai risultati dell’ultima edizione dell’Indagine Excelsior a cadenza trimestrale realizzata da Unioncamere in accordo con il Ministero del Lavoro e che presenta il quadro dei fabbisogni di manodopera anche a livello provinciale.

L’indagine è stata rivolta a un campione di circa 50mila imprese private dell’industria e dei servizi a livello nazionale con almeno un addetto dipendente, mediante interviste realizzate tra febbraio e aprile 2015.

Premesso che il secondo trimestre dell’anno, per via della domanda di lavoro legata all’approssimarsi della stagione estiva, generalmente fa registrare incrementi rispetto ai primi tre mesi dell’anno, e che quindi è opportuno confrontare le previsioni con l’analogo lasso di tempo dell’anno precedente, tra aprile e giugno di quest’anno il numero di contratti attivati nel Veneziano è aumentato dell’11% rispetto ai 7.000 dello stesso trimestre dell’anno precedente: sono 6.870 assunzioni che le imprese prevedono di effettuare direttamente (l’88%) alle quali si aggiungono circa 900 contratti atipici (interinali e collaborazioni).

Mentre a livello nazionale si registra una variazione del +17% per i contratti di dipendenza del -6% dei contratti atipici, in provincia di Venezia i contratti atipici aumentano più di quelli di dipendenza (+14% contro +11%).

L’aspetto confortante è che in provincia, così come a livello italiano, è previsto tra aprile e giugno 2015 un saldo previsionale positivo: nel Veneziano è pari a circa 4.620 unità, in discreto miglioramento rispetto alle 4.020 dell’anno prima, ed è dato dalla sintesi tra le 7.770 entrate e le circa 3.150 uscite previste. In attivo tutte le forme contrattuali: un +4.250 unità per le assunzioni dirette di personale dipendente e a +370 unità per i contratti atipici.


La maggior parte, ossia il 78%, delle 6.870 assunzioni programmate delle imprese nel secondo trimestre di quest’anno, però, sono a termine e saranno effettuate soprattutto con contratti a tempo determinato finalizzati in gran parte ad attività stagionali (59,1%).
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203