Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Mercoledi, 1 Luglio 2015

Il dopo Chernobyl: arrivano, in Veneto, 123 bambini bielorussi


A

rriveranno domani, giovedì 2 luglio, 123 bambini e 10 accompagnatrici per il progetto di ospitalità promosso dall’Associazione Help for Children Veneto onlus.

Un’iniziativa avviata in seguito al disastro nucleare di Chernobyl che trova ancora, a distanza di quasi 30 anni, grande risposta in Italia e in particolare in Veneto dove sono sempre numerose le famiglie che ogni anno rispondono all’invito dell’associazione di ospitare per un breve periodo un bambino dai 6 ai 18 anni per permettergli di “rigenerare” il fisico indebolito dalla residenza in un territorio contaminato da radiazioni. Una necessità ancora oggi valida nonostante sia passato del tempo dal disastro e sia calata molto l’attenzione sul problema.

I bambini provengono prevalentemente dalla regione di Gomel, in Bielorussia a circa 40 km dalla zona altamente contaminata e interdetta in seguito all’esplosione della centrale nucleare di Chernobyl, nel 1986.

I bambini che giungono in Italia potranno usufruire di un “soggiorno sanitario”, un periodo in cui beneficeranno di aria, acqua, sole ed alimenti non contaminati. Questo permetterà loro di aumentare e rafforzare le difese immunitarie. Parte dei bambini saranno ospitati presso famiglie del territorio veneziano e trevigiano che hanno dato la disponibilità all’accoglienza e a condividere questa straordinaria esperienza.

Non solo. Help for Children Veneto onlus inizierà quest’anno un nuovo progetto di ospitalità in struttura: arriverà anche un gruppo di 10 bambini ed una accompagnatrice che saranno ospitati presso la casa canonica di Portegrandi. Il progetto, denominato “Un cuore per dieci sorrisi” è stato parzialmente finanziato dal Centro Servizi per il Volontariato di Venezia, e si avvarrà della collaborazione di molti volontari, creando una rete di cooperazione tra varie persone ed associazioni. Il gruppetto di bambini, composto da sette bambini e tre bambine, beneficerà di un breve soggiorno in montagna, a Facen, e successivamente con la comunità parrocchiale di Portegrandi, il gruppo giovanile “Il Paracadute”.

Help for Children Veneto onlus ringrazia gli sponsor che hanno reso possibile con la loro collaborazione, il progetto “Un cuore per dieci sorrisi”: CSV di Venezia, Calzedonia/Tezenis, Istituto Don Calabria di Verona, Mercatopoli di Noventa di Piave, Crich biscotti e crackers, Ferrari Formaggi, e tante altre aziende.

I bambini che ogni anno dalla Bielorussia fanno domanda per partecipare ai soggiorni sanitari in Italia sono numerosi, molto più numerosi delle famiglie che aderiscono all’iniziativa. L’associazione è sempre in cerca di nuove famiglie disponibili ad accogliere per un breve periodo questi bambini nelle loro case. Per informazioni: www.helpforchildrenveneto.it (contatti: Renato Salomoni cell. 342 5176309 renato.salomoni@virgilio.it - Piero De Grandis cell. 349 0819348 piero.degrandis@virgilio.it).
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203