Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Sabato, 23 Maggio 2015

Veneto, mille accessi al giorno al Suem 118. Per il 21% visita dopo più di un'ora


I

n un solo anno, il 2014, il Suem 118 del Veneto ha compiuto più di 350 mila interventi, quasi mille al giorno, e i 44 Pronto Soccorso negli ospedali hanno accolto e assistito circa 2 milioni di persone. 

Sono due dei dati contenuti nel Rapporto annuale sull'urgenza emergenza realizzato e diffuso dal Centro Regionale Urgenza Emergenza - CREU - della Regione Veneto, in occasione della settimana nazionale del Pronto Soccorso, che si chiude domani.

Un'immensa "macchina", mossa da 4 elicotteri, 292 ambulanze di terra, 219 delle quali sempre in servizio su 126 basi di partenza, 500 medici, 1.200 infermieri, 300 operatori socio-sanitari e 250 autisti soccorritori, operativi h24 sette giorni su sette.

Un'organizzazione estremamente ramificata, la cui qualità è stata certificata dall'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari (Agenas) al punto che la Regione Veneto è capofila di uno studio per l'identificazione di parametri standard per definire, in base al numero e alla tipologia di accessi, le dotazioni organiche adeguate ed uniformi per il personale sanitario del Pronto Soccorso.

Nel 2014 i codici rossi e gialli sono stati il 20,5% del totale degli accessi, contro il 18,6% del quinquennio 2008-2012. Pur rimanendo altissima la quota degli accessi impropri, si inizia a notare un'inversione di tendenza verso l'appropriatezza. I "sintomi minori" sono ancora il 41,7% degli accessi, contro il 24,6% dei traumi, il 23,9% dei "problemi medici maggiori".

Gli accessi degli italiani sono stati 1 milione 547 mila 289, quelli degli stranieri 217 mila 924, pari al 12,3% del totale. Ben il 71,8% delle persone che vanno al Pronto Soccorso, lo fanno ancora per decisione propria, mentre solo il 5,6% è inviato dal medico curante, l'1,2% dalla guardia medica, il 2% da uno specialista, lo 0,2% dalle case di riposo.

Interessante, infine, la rilevazione sui tempi del triage: i casi valutati dal medico entro 30 minuti dal triage sono il 62%, il 79% (con obbiettivo 90%) sono visti dal medico entro un'ora, il 90% entro due ore. I casi dimessi entro un'ora dal triage sono il 30%, entro due ore il 55%, entro 3 ore il 73%, entro quattro ore l'84%, con l'obbiettivo di arrivare al 90%.

 
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203