Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Mercoledi, 29 Aprile 2015

Defibrillatore e intervento chirurgico: salvata a Venezia una turista


S

alvata in albergo da un tempestivo intervento con il defibrillatore, e poi da una delicata operazione chirurgica effettuata al’OspedaleCivile: è l’avventura drammatica ma a lieto fine occorsa ad una giovane turista tedesca, che viene oggi dichiarata fuori pericolo.
La signora, in visita a Venezia, colta da grave malore nell’albergo in cui soggiornava, l’Hotel Bauer, è stata subito soccorsa con il defibrillatore in dotazione alla struttura, uno dei cinquanta DAE distribuiti poco più di un anno fa nella Città storica con il Progetto “Città Cardioprotetta”, realizzato dall’Ulss 12 Veneziana con le associazioni degli Albergatori e le pubbliche amministrazioni.

Il malore ha colto la turista tedesca venerdì mattina, e primo intervento è quindi avvenuto al Bauer, dove la signora giaceva priva di conoscenza e di respiro autonomo. Mentre veniva avvisato il Suem, un addetto dell’albergo, in possesso delle conoscenze per il primo intervento, ha praticato dapprima il massaggio cardiopolmonare ed è poi ricorso al defibrillatore in dotazione all’albergo, applicando le piastre e, su indicazione dello stesso defibrillatore, praticando la scarica elettrica per la rianimazione; l’intervento è stato poi portato a termine dagli operatori del Suem giunti in brevissimo tempo sul posto: il loro rapporto parla di recupero della circolazione sistemica dopo la terza scarica.

Trasferita con urgenza all’Ospedale Civile, sulla signora tedesca è stato praticato un delicato intervento in angioplastica: “Abbiamo corretto una rottura coronarica importante – spiega il Primario di Cardiologia, il dottor Grassi –. Possiamo dire che il duplice intervento, quello immediato con il defibrillatore e quello praticato nella nostra sala di emodinamica, ha salvato la vita della nostra ospite tedesca”.
La signora è attualmente in osservazione all’Ospedale Civile, ed è ora vigile e collaborante. Una volta stabilizzata, verrà trasferita al suo ospedale di riferimento in Germania.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203