Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Giovedi, 26 Marzo 2015

Nuovo primario di geriatria al Civile, per gli "anni nuovi"


“L

a medicina moderna ha esteso alla maggioranza dei nostri anziani un tempo più lungo da vivere. Ora noi medici dobbiamo riempirlo di senso, perché sia un tempo di valori e non un tempo vuoto”: si presenta così a Venezia la dottoressa Carla Grasselli, nuovo Primario di Geriatria dell'Ospedale Civile.
“Arrivo con questa idea della Geriatria, è cioè – continua – che debba impegnarsi a riempire di senso gli 'anni nuovi' che le persone anziane si trovano a poter vivere grazie all'allungarsi della vita media. Fino a 50-60 anni fa questo tempo era riservata a pochissimi soggetti, oggetto di grande onore e rispetto da parte della comunità sociale. Ora purtroppo questi anni dell’anzianità, conquistati da molti, sono spesso pieni di malattia, di cronicità, di disautonomia. E nella migliore delle ipotesi sono pieni... di niente, perché fanno segnare una perdita di ruolo da parte degli anziani, che vivono più a lungo, ma spaesati”.

La dottoressa Grasselli – nativa di Santorso, nel Vicentino, laureata e specializzata a Padova, una lunga esperienza ospedaliera a Schio – insegue e costruisce questa Geriatria innovativa da molti anni, impegnata a realizzarla in ospedale ma anche nel territorio. Nel 1979 la sua tesi era dedicata alla riabilitazione post ictus del paziente anziano a domicilio; nell''88 guida la realizzazione del progetto innovativo della prima “Unità Operativa di Continuità Assistenziale”, che perseguiva con largo anticipo il concetto di presa in carico in ospedale e di consegna al territorio dei pazienti anziani. Esperta di Geriatria nelle Case di riposo, la dottoressa Grasselli è convinta assertrice dell'integrazione tra ospedale e territorio e conta anche per questo di inserirsi in modo pieno nella riorganizzazione in corso nell'Ulss 12 Veneziana – dov’è in servizio dal 1 aprile – a partire dal nuovo Piano socio sanitario regionale.

“Per realizzare nell'Ospedale Civile la Geriatria che immagino – spiega – conto sulla collaborazione di tutte le altre Unità Operative. Tutte, a cominciare dal Pronto Soccorso, possono e devono guardare sempre più all'anziano come una persona, spesso debole, per la quale un ricovero gestito senza la dovuta attenzione diventa sofferenza in più, disagio un più, degenza più lunga, rischio di non recupero. Al contrario, dobbiamo imparare a 'pesare' l'utente anziano sempre meglio, a capire quali sono le sue debolezze e le sue risorse, comprese quelle familiari e sociali: verranno da qui, come conseguenza, tutte le azioni migliori sul fronte dell'assistenza e della cura. E tra queste azioni è fondamentale l'integrazione con i Medici di Medicina generale e le organizzazioni di volontariato presenti nel territorio”.

“Con la ricollocazione della Geriatria nel nuovo Padiglione Jona – commenta il Direttore Generale Giuseppe Dal Ben – l'Ulss 12 Veneziana ha costruito le migliori condizioni logistiche per la degenza e la cura degli anziani. Ora intorno al lavoro del nuovo Primario di Geriatria contiamo di costruire risposte terapeutiche innovative: questa nostra città particolare e particolarmente 'anziana' è anche su questo fronte un ideale laboratorio per la nuova medicina e in particolare per la nuova Geriatria”.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203