Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Lunedi, 23 Marzo 2015

Giovedì 26, ospedale di Dolo: esami gratis per tutti per prevenire le malattie renali


C

ome si contrastano le malattie renali? Con la prevenzione e la diagnosi precoce. Ed è proprio perché si è certi di questo che l’Unità Operativa Complessa di Nefrologia e Dialisi dell'Ulss13, diretta da Gina Meneghel, da ormai circa dieci anni organizza nel mese di marzo – quando ricorre la Giornata Mondiale del Rene – una giornata di prevenzione per riaccendere nei cittadini la sensibilità nei confronti dei reni, per ricordare che anche essi si ammalano e che, quando ci si accorge di qualcosa, a volte è già tardi e si rischia la dialisi.

Un’occasione per fornire le giuste informazioni sui corretti stili di vita (movimento e dieta equilibrata, no alcol e fumo) e su come tenere sotto controllo lo stato di salute dei nostri reni (anche con esami del sangue ed urine). L’appuntamento è previsto nell’Ospedale di Dolo, giovedì 26 marzo: tutti possono aderire all’iniziativa gratuita, senza limite di numero: basta presentarsi dalle 8.30 alle 13.30 presso l’area allestita al primo piano dell’Ospedale (parte nuova della struttura ospedaliera, dove si trova anche il Cup, Centro Unico di Prenotazione).

Qui, medici e infermieri del servizio di Nefrologia insieme ai volontari dell’Avo (Associazione Volontari Ospedalieri) e dell’Aned (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto), accoglieranno i cittadini che saranno visitati e sottoposti ad alcuni esami del sangue e delle urine per valutare la salute dei propri reni. “Verranno rilevate gratuitamente, senza bisogno di impegnativa medica – spiega la dottoressa Meneghel - la creatinina, il colesterolo, la glicemia, la pressione arteriosa, il peso e l’indice di massa corporea. Tanto per capire l’importanza della diagnosi precoce, l’anno scorso, tra le persone che hanno aderito (ben 250) a questa giornata di prevenzione, il 20% non sapeva di avere una malattia renale”.

La malattia renale cronica (MRC) è una patologia in costante crescita ogni anno ed è ormai un problema clinico e sociale importante. Il 10% della popolazione ne è affetta. Se la patologia viene affrontata tempestivamente è possibile evitare o almeno ritardare la dialisi. Fondamentale è agire sugli stili di vita che comprendono una dieta sana ed equilibrata (con poco sodio e proteine), la promozione del movimento (quando si può evitare di prendere l’auto e fare una passeggiata o un giro in bicicletta), evitando il più possibile l’uso e abuso di alcol e fumo.

Una malattia, quella che colpisce i reni, che è correlata ad altre patologie, quelle cardiovascolari in primis, ma è anche legata al diabete, all’ipertensione e all’obesità. Secondo uno studio recente, si calcola che nella popolazione dell’Ulss 13 (280mila abitanti), il 10% sopra i 40 anni è malato di reni. E di questi solo un 12% lo sa. Ambulatorialmente il servizio di Dolo segue 4mila persone, di cui 500 extra Ulss.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203