Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Lunedi, 9 Marzo 2015

Libertà religiosa: al Marcianum si simula un processo


S

i è aperta oggi a Venezia presso la sede della Fondazione Marcianum la Moot Court Competition, una simulazione processuale che coinvolge studenti ed esperti da tutto il mondo con l’obiettivo di creare un laboratorio di riflessione in materia sociale e giuridica.

Gli studenti, in veste di avvocati (accusa e difesa), sono chiamati a confrontarsi con un caso riguardante il rapporto tra Diritto e Religione sulla base delle norme vigenti in Europa e in USA. I gruppi sono assistiti da un tutor che deve organizzare, consigliare e monitorare il lavoro.

Ha dato il via ai lavori uno dei componenti del comitato scientifico, Andrea Pin, Università degli Studi di Padova. Dopo i saluti di Sergio Belardinelli, Vice Presidente della Fondazione Marcianum, è stato presentato il caso da altri due componenti del comitato scientifico, Silvio Ferrari dell’Università Statale degli Studi di Milano e Brett Scharffs della Brigham Young University. Nel corso del pomeriggio gli studenti hanno potuto iniziare a studiare il caso insieme ai docenti.
La giornata è terminata con un’iniziativa di carattere storico-artistico. Il Prof. Gianmario Guidarelli, storico dell’architettura e della città, ha infatti accompagnato i partecipanti in una visita guidata al complesso della Basilica della Salute.

Nella giornata di domani, martedì 10 marzo, le squadre presenteranno le proprie tesi ai giudici che, coadiuvati da alcuni dottorandi, prenderanno le decisioni esponendo le relative motivazioni.
L’evento si concluderà mercoledì 11 marzo, con il verdetto finale pronunciato dalle due Corti.

Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php:203 Stack trace: #0 {main} thrown in /web/htdocs/www.genteveneta.it/home/public/articolo_gvnews.php on line 203