Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Lunedi, 3 Aprile 2017

Museo della follia e molto altro: proposte per le scuola nell'isola di San Servolo


E

sce in questi giorni la nuova proposta di San Servolo s.r.l. per le scuole secondarie di primo e secondo grado con il progetto Laboratori Didattici 2017/2018.

L’Isola di San Servolo con il suo Archivio Storico, il Museo del Manicomio. La follia reclusa, l’Antica Farmacia e la Biblioteca Storica è un luogo di conservazione della memoria ma, al tempo stesso, di studio e di divulgazione, uno spazio di ricerca, di confronto e di condivisione della conoscenza.

Il compito di ogni generazione è quello di conservare e riflettere sulla memoria storica poiché attraverso la lettura del passato si può meglio comprendere il presente e progettare il futuro.

E in questo spirito, con risorse di personale interno e la disponibilità di alcuni docenti esterni, è stato avviato il progetto dei percorsi didattici che si concretizza in 10 proposte, diversificate per tematiche e contenuti tra i quali citiamo: Alla ricerca della follia: viaggio fra passato e presente, Il Manicomio: il disagio recluso, il caso dell’isola di San Servolo, Franco Basaglia & C. La liberazione del pazzo, La vita quotidiana dell’800 attraverso le pagine della Gazzetta di Venezia, il più antico giornale d’Italia, La memoria storica: impariamo cos’è un archivio.

L’obiettivo è di sensibilizzare alla conoscenza e alla cura del patrimonio culturale, educare alla storia del territorio, avvicinare le scuole al mondo degli archivi e sensibilizzare sui temi della malattia mentale, dell’emarginazione e dello stigma. Si lavorerà prevalentemente per piccoli gruppi, con un momento di restituzione e di confronto alla fine dell’incontro. Le modalità didattiche cambieranno in relazione all’età dei ragazzi (compresi fra gli 11 e i 18 anni), al tipo di scuola e ai suggerimenti degli insegnanti stessi. Per i più piccoli si utilizzerà una forma ludica, elaborando poi da questa le acquisizioni. Per i più grandi il lavoro sarà più strutturato e dedicato a temi specifici.

L’attività laboratoriale potrà essere seguita dalla visita guidata a Museo, Farmacia e Biblioteca, da proiezioni di documentari o da incontri con professionisti del settore psichiatrico.

I laboratori saranno tenuti da un gruppo di ricercatori che hanno lavorato per lungo tempo all’archivio di San Servolo, con competenze e interessi diversi ma accomunati dalla passione per la storia e per la ricerca archivistica ed entusiasti di poterla trasmettere ai più giovani: Fiora Gaspari (Archivista, lavora presso l’Archivio Storico di San Servolo); Luigi Armiato (Responsabile del Museo del Manicomio di San Servolo); Maria Cristina Turola (Psichiatra); Elisabetta Benetti (Insegnante di storia e di italiano); Simone Botti (Storico e ricercatore); Anna Maria Dal Bò (Antropologa, archivista, assistente sociale, appassionata di fotografia).


I laboratori si potranno prenotare inviando una mail a: f.gaspari@servizimetropolitani.ve.it e/o l.armiato@servizimetropolitani.ve.it.

Il costo di partecipazione a ciascun laboratorio fino a 30 partecipanti è di euro 80,00 e comprende la visita del Museo della Follia.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa