Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Sabato, 1 Aprile 2017

San Giuseppe di Mestre: domenica 2 festa per i dieci che ora sanno usare il defibrillatore


S

ono Francesco Zanatta, Silvio Benvegnù, Alessio Manfrin, Marina Lugato, Maura Miani, Leonardo Conte, Patrizia Massacesi, Noemi Ruberti, Marzia Olmi e Valentina Trevisan. Sono i dieci volontari che, con la guida dell'istruttore Alessandro Silvestri e grazie all'iniziativa della parrocchia di San Giuseppe di Mestre, hanno acquisito l'idoneità all'uso del defibrillatore.

L'iniziativa che prende il nome di “Buon Samaritano” è stata promossa dalla comunità cristiana di San Giuseppe sulla base di due considerazioni. Così le sintetizza il parroco, don Natalino Bonazza: «La parrocchia conosce ogni settimana una media di presenze che supera il migliaio e in alcune celebrazioni particolari o feste ci sono assembramenti significativi di persone. Già questi avvenimenti spiegano l'opportunità di provvedere alla disponibilità di un defibrillatore in loco. Ma occorre notare che questa porzione della città, mentre non ha più il pronto soccorso, che esisteva al Policlinico San Marco, si trova piuttosto lontana dall'attuale pronto soccorso situato all'ospedale dell'Angelo. Il progetto Buon Samaritano risponde quindi ad una necessità del territorio e contribuisce a “fare rete” con quanto esiste in città».

Perciò è stato organizzato un corso di formazione all'uso dello strumento che, nel frattempo, è stato acquistato dalla parrocchia grazie alle donazioni di alcuni sponsor (le imprese di onoranze funebri Aristide Sartori, Busolin, All’Angelo, San Giuseppe e Associazione Imprese Funebri Veneziana - Rallo, Leonildo Sartori, La Generale - oltre a Silvano di Smart Alimentari).

Domenica 2 aprile alle ore 12 sul piazzale della chiesa di San Giuseppe, alla presenza di autorità e rappresentanze del territorio, il parroco invita ad un momento pubblico di festa per la consegna degli attestati di idoneità ai dieci volontari della parrocchia.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa