Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Lunedi, 20 Marzo 2017

Agricoltura: arrivano i mais super-veloci, «vantaggiosi per aziende e ambiente»


D

alla semina al raccolto ci mettono anche 40 giorni meno delle varietà tradizionali. Mica poco. Sono i mais precoci, nuovi ibridi in fase di lancio per l'utilizzo agricolo.
Per Leopoldo Nurti, ricercatore del centro di ricerca Kws situato a Monselice, i vantaggi sono molti. Parlandone, mercoledì 15 a Mestre, nella sede di Confagricoltura in un incontro promosso da Anga, l'associazione che raccoglie i giovani agricoltori, Nurti li ha elencati.

Intanto, guadagnando 30-40 gironi, è possibile una seconda coltura, come la colza, nello stesso campo appena raccolto il mais. Poi consentono risparmio di acqua per l'irrigazione e risentono meno di stress dovuto alle alte temperature estive. Inoltre è possibile evitare trattamenti anti piralide: riducendo il ricorso a insetticidi i vantaggi ambientali ed economici sono evidenti. La produzione, in assenza di irrigazione, si attesta attorno ai 90 quintali per ettaro.

E l’attrattiva dei mais precoci – ha concluso Nurti - è accentuata dalla possibilità della creazione di filiere con le industrie di trasformazione alimentare. Sono presenti nel territorio provinciale di Venezia, infatti, aziende che ricevono granella e la trasformano per il consumo alimentare umano. La farina di mais ha sempre maggiori utilizzi e un mulino del territorio la utilizza anche per la produzione di pasta.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa