Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Martedi, 7 Marzo 2017

Malattie renali, giovedì 9 ambulatori aperti a Mestre e a Venezia


G

iovedì 9 marzo si celebra la “Giornata mondiale del Rene” promossa per sensibilizzare i cittadini sulle malattie renali.

Il tema della Giornata 2017 è “Malattie renali e obesità”. E tra malattie del rene e alimentazione c’è un nesso oggi strettissimo: “Negli ultimi vent’anni – spiega il Primario di Nefrologia degli Ospedali veneziani, Mariano Feriani – le malattie tipiche del rene sono quasi sparite, col migliorare della condizioni igienico-sanitarie: abbiamo case più salubri, meno umide, riscaldate, abbiamo i servizi igienici… Aumenta però in modo forte l’insufficienza renale, legata alle malattie cronico-degenerative tipiche di una società del benessere. Oggi si mangia troppo, così diabete, obesità, e colesterolo minano le funzioni renali. A questo si aggiunge il fatto che la nostra popolazione è sempre più anziana, e il risultato in Italia è che abbiamo 50.000 dializzati, ma anche 5 milioni di persone che soffrono di insufficienza renale, la metà tra i 65 e i 74 anni”.

Trentamila le persone che sono affette da malattie renali nel Veneziano: e l’alimentazione, come sottolinea la Giornata, gioca un ruolo decisivo: l’obeso ha il 42% di possibilità in più di sviluppare una malattia del rene, il diabetico il 98%,

“L’azione di un’Azienda sanitaria nella prevenzione e nella cura delle malattie renali – commenta il Direttore Generale dell’Ulss 3 Serenissima Giuseppe Dal Ben – ha un obiettivo chiaro, quasi banale: che siano sempre meno i pazienti costretti alla sostituzione della funzione renale con la dialisi e con il trapianto. A questo obiettivo si arriva con la prevenzione, diffondendo messaggi chiari sugli stili di vita, e poi con la diagnosi precoce: individuare per tempo la malattia consente cure e terapie molto efficaci, in grado di rallentarne l’evoluzione”.

In occasione della Giornata, giovedì 9 marzo l’équipe del dottor Feriani apre un ambulatorio gratuito a Mestre e a Venezia (all’Ospedale dell’Angelo, dalle 9.30 alle 12.00, Piano -1, sezione Emodialisi; al Civile di Venezia, dalle 10,00 alle 12.0, presso l’ambulatorio nell’area dei Mendicanti) proprio con lo scopo di fare e diffondere prevenzione: “Per individuare le patologie renali, e farlo per tempo – spiega il Primario – si ricorre all’esame delle urine, che in caso di malattie renali si alterano con la presenza di sangue, per lo più non evidente ad occhio nudo, e di albumina. L’altra via di diagnosi è la misurazione della pressione arteriosa, esame fondamentale per scoprire per tempo una nefropatia e, spesso, per prevenirla. Il terzo esame è il controllo della creatinina nel sangue”.

L’Unità Operativa di Nefrologia degli Ospedali veneziani, diretta dal dottor Mariano Feriani, opera all’Angelo con 7 medici che collaborano con il Primario, coadiuvati dalla segreteria; nel Reparto Degenze sono impegnati 9 infermieri professionali e 5 operatori socio sanitari. In Dialisi sono 21 gli infermieri professionali e sei gli operatori sociosanitari. All’Ospedale Civile 5 medici affiancano il Primario, coadiuvati dalla segreteria. Il Reparto Degenze è gestito in comune con il personale del 3° piano. Per la Dialisi operano 15 infermieri e due operatori sociosanitari. Sono 170 circa i pazienti in emodialisi presso la Nefrologia, una settantina quelli in dialisi peritoneale.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa