Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Sabato, 25 Febbraio 2017

Balzo, nel 2016, delle nuove imprese rette da giovani in Veneto: +9,7%


G

li under 35 del Veneto non si arrendono alla crisi e si mettono in gioco in prima persona. Sono infatti 38.751 le giovani imprese regionali registrate al 31 dicembre scorso, una crescita del 9,7% rispetto alla fine del 2015. Nell’ultimo anno il saldo positivo è stato di ben 3.906 unità, risultato di 7.216 aperture e 3.310 chiusure. È questo ciò che emerge dall’analisi dell’Osservatorio di Confartigianato Imprese Veneto sui dati Unioncamere del 2016.

La “young economy” regionale è un po’ indietro rispetto alla media del Paese. Siamo al 12esimo posto in Italia per crescita: ai primi tre posti Basilicata (+16,7%), Molise (+14,7%) e Trentino (+13,8%). Ed il tasso di crescita è inferiore alla media nazionale che è stata del 10,2%. Buono però il nostro posizionamento in termini assoluti che ci vede al 6 posto dopo Campania, Lombardia, Lazio, Toscana e Piemonte.

Tra le province, buone le “prestazioni” registrate a livello nazionale, da Venezia –prima delle venete al 22 esimo posto con un tasso di crescita del 10,8%, Padova - 35esima con il +10,4% e Verona 41esima con il +10,2%. All’interno del nostro territorio la provincia in cui è più alta la concentrazione di imprenditoria giovanile è quella di Verona, dove le 8.420 attività guidate da under 35 sono cresciute del 10,2% rispetto al 2015. Seguono Padova con 7.683 e un aumento del +10,6% sullo scorso anno, Vicenza con 6.394 e + 9,4% e Treviso con 6.393 con +8,9%.

I settori più rappresentati sono i “Servizi postali e attività di corriere” con il 20,9%, “Telecomunicazioni” (nuove tecnologie digitali), con il 19,8%, “Costruzioni e paesaggio” (edilizia), con 16,1% e “Attività di servizi alla persona” (parrucchieri, estetisti) con 15,5%.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa