» Ricerca dettagliata
Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Venerdi, 26 Febbraio 2016

Cisl del Veneto, Onofrio Rota nuovo segretario: «Lotterò contro i bad jobs»


E’

Onofrio Rota, 48 anni, sposato e padre di due figli, originario di Taranto e trevigiano dall’età di 15 anni, il nuovo segretario della Cisl del Veneto. L’ufficializzazione da parte della maggiore organizzazione del lavoro del Veneto (oltre 420mila iscritti, in maggioranza lavoratori dipendenti) è di giovedì 25 febbraio.

Rota, dottore in Scienze Sociali presso l’Università Pontificia di Roma, ha alle spalle quasi 30 anni di impegno sindacale, incominciato come delegato aziendale della Chiari e Forti di Treviso e proseguito come dirigente della Federazione dell’Agro-Alimentare. Succede alla vicentina Franca Porto proveniente dal settore tessile.

Nel suo discorso programmatico il neo segretario ha posto l’accento sul necessità che si operi per il superamento delle diseguaglianze sociali, rese più evidenti dalla recessione: «Non siamo di fronte ad una catastrofe sociale - ha sottolineato - ma proprio per questo le disuguaglianze sono ancora più stridenti: superarle non è un’opera impossibile e non serve nemmeno un miracolo» e cita come esempio positivo l’azione del volontariato.

Tra le cause della povertà Rota ha indicato quelli che ha definito i bad jobs (cattivi impieghi): il lavoro nero, precario e sotto-retribuito indicando la preoccupante diffusione del lavoro a voucher.
Per combatterla serve un progetto per un Veneto “nuovo” che coinvolga la Regione ma anche tutti i sindacati e le rappresentanze delle imprese.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa