Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Lunedi, 28 Settembre 2015

Venezia, dieci milioni di turisti nel 2014

  • Il commento
  • In vent'anni il turismo ha portato 500 milioni di euro in più: voi veneziani quanti ne avete visti?

    I

    n vent'anni, dal 1995 ad oggi, è raddoppiato sia il numero dei turisti che vengono a Venezia e vi pernottano sia il numero delle notti trascorse dai visitatori negli alberghi veneziani o mestrini.

    I turisti pernottanti sono passati da circa 2 a circa 4 milioni; le notti trascorse in hotel da circa 5 a circa 10 milioni. E' uno dei molti dati interessanti dell'Annuario del turismo presentato stamattina a Venezia.

    Per inciso: 5 milioni di notti in più producono un fatturato minimo di 500 milioni di euro all'anno (conteggiando una spesa media di 100 euro per notte). Quanti di questi soldi prodotti grazie a Venezia in così pochi anni sono rimasti ai veneziani?

    Che vantaggi, insomma, hanno tratto da tutta questa ricchezza i residenti? In particolare quelle 50mila persone che vivono in città ma non hanno né un hotel né una pizzeria né un negozio di vetri?

    Diteci la vostra, scrivete a genteveneta.it il vantaggio che ne avete tratto...



I

a raggiunto quasi quota 10 milioni nel 2014 il numero delle presenze turistiche (ossia di quanti hanno pernottato per il numero di notti) nel Comune di Venezia. È questo uno dei dati più significativi che emerge dall'Annuario del Turismo, che raccoglie i dati forniti dall'Azienda di promozione turistica della Provincia di Venezia (riguardo arrivi e presenze), dai gestori delle principali infrastrutture e servizi (porto, aeroporto, Ztl, bigliettazione turistica di trasporto pubblico locale, ecc), dalle istituzioni culturali della città.
L'aumento, rispetto al 2013, è del 2,1%.

Meta preferita dei visitatori resta la città storica (con oltre 6milioni 425mila presenze), che accoglie circa il 60 per cento degli arrivi e il 65 per cento dellepresenze, con una permanenza media di poco meno di 2 giorni e mezzo. Al Lido gli arrivi, dopo la ripresa del 2013, segnano una leggera flessione nel 2014 rappresentando circa il 4 per cento del totale; in calo anche le presenze, che si attestano al 5 per cento del totale, mentre la permanenza media è la più lunga delle tre zone, 2,92 giorni, grazie alla componente di turismo balneare. La Terraferma infine, tra arrivi e presenze, rappresenta il 30 per cento dei flussi totali e la permanenza media si ferma poco al di sopra dei due giorni.

Il settore alberghiero della città storica accoglie la maggioranza dei turisti, e registra il maggior numero di pernottamenti in assoluto, mentre il settore extralberghiero di tutte e tre le zone, pur registrando numeri più bassi, presenta durate medie del soggiorno più lunghe.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa