Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina  | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | GVNews

Martedi, 31 Dicembre 2013

Venezia, ordinanza del sindaco per San Silvestro: petardi vietati

  • Il commento
  • E chi darà le multe stanotte a San Marco?

    «E'

    vietato usare o portare con sé in luoghi pubblici o aperti al pubblico, materiale esplodente, far esplodere petardi, castagnole e simili».

    E' il senso dell'ordinanza emessa anche quest'anno dal Comune di Venezia, così come da tanti altri Comuni d'Italia, in occasione della notte di San Silvestro.

    Verrebbe da dire che difficilmente esiste un divieto viene disatteso tanto quanto questo. E altrettanto viene da aggiungere che non si capisce chi si metterà, a mezzanotte e dintorni, a sanzionare chi accenderà petardi e botti simili.

    E' ben difficile stoppare una consuetudine diffusa a tutti, un segno della festa condiviso dai più. Tanto più se si intende bloccarlo con multe e sanzioni.

    Forse avrebbe più senso un controllo ferreo per la prevenzione. Accrescere, cioè, quello che già si fa: i controlli e i sequestri di tutto il materiale esplodente pericoloso, partendo dai produttori e dai principali distributori di botti illegali.

«E'

o usare o portare con sé in luoghi pubblici o aperti al pubblico, materiale esplodente, far esplodere petardi, castagnole e simili, nonché di accendere fuochi.

E' il senso dell'ordinanza emessa dal sindaco di Venezia in occasione della notte di San Silvestro e della giornta del 1° gennaio.

Per i pubblici esercizi di Venezia dell’area Marciana (Calle Larga San Marco compresa), nell’insula di Piazzale Roma, della Stazione ferroviaria (dal Piazzale della Stazione al ponte delle Guglie, comprese Lista di Spagna e Fondamenta San Giobbe), e per quelli di Mestre ubicati nell’area di Piazza Ferretto, è fatto inoltre divieto, a partire dalle ore 21 di martedì 31 dicembre e fino alle ore 6 di mercoledì 1 gennaio, di vendere per asporto e di somministrare nei plateatici esterni bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro.
Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa