Commenti articolo Segnala pagina Stampa pagina Crea PDF pagina | Segnala su OKNotizie | Share Condividi
GENTE VENETA | Opinioni | Archivio

Venerdi, 24 Marzo 2017

Tornado in Riviera, sms solidale? No, imbalsamato


«I

l numero solidale 45500 è una fondamentale mano tesa verso chi soffre, non ha più una casa, non ha più la propria attività di lavoro»: si leggeva così nel comunicato della Regione Veneto, del 2 settembre 2015, che annunciava l'attivazione dell'sms solidale per la Riviera del Brenta colpita dal tornado.



Per favore, non ditelo più: perché i 211mila euro raccolti non sono ancora stati usati. E, soprattutto, essendo vincolati alla realizzazione di “opere pubbliche a grande valenza sociale collegabili ai danni post tornado”, ben che vada finiranno in migliorie per lo stadio di Pianiga.

Secondo quanto afferma la Regione stessa, infatti, nessun altro progetto, con caratteristiche valide, è stato finora presentato.

Ma allora non si dica di donare con la «mano tesa verso chi soffre e non ha più una casa». Perché i veneti - generosi come sempre - hanno offerto soldi pensando a famiglie, ad anziani, a persone che hanno perso tetto e lavoro. E invece... Oppure si cambino le regole, prima che succeda un'altra volta.

Giorgio Malavasi
Tratto da GENTE VENETA, n.12/2017

Inizio   Segnala paginaSegnala   Stampa   PDF